“Associazione per la tutela e la salvaguardia dei Bottini, delle Fonti monumentali e di tutto il patrimonio storico, culturale ed architettonico legato alle Acque di Siena”

L'inaugurazione della nuova sede

La Diana Siena - sedeVenerdì 14 ottobre 2005 presso le Fonti di Pescaia (strada delle Fonti di Pescaia, traversa di via Tassi Lamarmora), alla presenza del Sindaco del Comune di Siena Maurizio Cenni, verrà inaugurata la nuova sede dell’Associazione La Diana.
L’iniziativa, patrocinata dal CESVOT, avrà inizio a partire dalle ore 17, ed offrirà a tutti i presenti, guidati dai volontari dell’Associazione, la possibilità di visitare lo spazio delle Fonti, il piccolo bottino di Pescaia e l’edificio storico che sovrasta le Fonti stesse, designato ad ospitare il Museo dell’Acqua. Nel corso del pomeriggio verrà offerta anche una simpatica merenda.
L’associazione La Diana è lieta di invitare tutta la cittadinanza ad intervenire all’inaugurazione. L’iniziativa proporrà spunti di riflessione sul tema: “Pescaia, una Fonte da valorizzare”, per rivitaliazzare un luogo dimenticato da molti senesi, che per la sua suggestiva bellezza ed unicità merita di tornare ad essere punto di riferimento per la vita cittadina come lo è stato nei secoli passati.

L’Associazione La Diana, attiva con da oltre dieci anni sul territorio, fonda la propria struttura organizzativa esclusivamente sul volontariato e sull’entusiasmo di tutti gli iscritti. La sua attività mira alla sensibilizzazione dei cittadini nei confronti della problematica “bottini”, in riferimento anche all’uso/abuso dell’acqua, ieri come oggi. Si sviluppa promovendo interventi educativo-didattici verso le scuole e favorendo incontri con contrade, associazioni, istituzioni varie.

La Diana Siena - inaugurazione sede L’attività dell’Associazione continua nella ricerca di approfondimenti riguardo al prezioso patrimonio di conoscenze sul tema “acqua”, effettuando ricerche di tipo storico e archivistico, arricchite da esplorazioni “ sul campo” e da puntuali mappature.
Inoltre, grazie alla convenzione stipulata con il Comune, i volontari de La Diana si impegnano a fornire gratuitamente guide per le visite nei bottini medievali, la cui gestione organizzativa e finanziaria rimane di esclusiva competenza del Comune.
La Diana si occupa anche delle “sgrumature” (asportazioni delle incrostazioni calcaree) di bottini e puliture di fonti minori sommerse da fango e detriti; gli interventi sono programmati con l’Ufficio Tecnico del Comune di Siena che si occupa ordinariamente della manutenzione dei bottini.

Michele Campanini

La Diana Siena - inaugurazione sede La Diana Siena - inaugurazione sede