Warning: include(include/testata.inc) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in D:\inetpub\webs\ladianasienait\gorello.php on line 20

Warning: include() [function.include]: Failed opening 'include/testata.inc' for inclusion (include_path='.;C:\PHPVersions\PHP52\includes') in D:\inetpub\webs\ladianasienait\gorello.php on line 20

Il Gorello parlante


Anno 4 / Numero 2 - Gli articoli di questo numero:

LA DIANA HA DONATO IL MASGALANO
Il discorso pronunciato da Piero Ligabue il 25 giugno
GRAZIE PIERLUIGI !
Pareri positivi, spesso entusiastici, unanimi sulla sua opera
ASPETTANDO IL MASGALANO...
A cena con gli Economi di Contrada all’Orto de’ Pecci
I BAMBINI, “SIENA E L’ACQUA”
Torna anche quest’anno l’iniziativa ormai attesa da tutti
LA DIANA CANTA SIENA
Grande successo anche quest’anno dell’iniziativa
FONTI, BOTTINI E ACQUEDOTTO DEL VIVO
Luchini e Mecacci hanno raccontato storie di un secolo fa
LA GITA DE “LA DIANA” A CHIUSI
Autunno amico per una splendida giornata tutti insieme
CHE MOSTRA RAGAZZI!
“L’acqua di Siena” a Palazzo Pubblico è stata apprezzata da tutti
PROSEGUONO I LAVORI ALLA FONTE CACCIALUPI
Già recuperati il tratto di bottino ed il profondo pozzo
TREKKING IN VALLE
Interessante esperienza di camminata nella storia
Scarica il PDF

LA DIANA HA DONATO IL MASGALANO
Il discorso pronunciato da Piero Ligabue il 25 giugno

Buona sera, autorità civili, militari e religiose, Onorandi Priori, Capitani, rappresentanti tutti delle Contrade.
Dopo aver sentito la bella relazione del Professor CIAMPOLINI, permettetemi di dire due parole per presentare l’Associazione Culturale “LA DIANA”, che sono orgoglioso di presiedere, e che ha avuto, da parte dell’Amministrazione Comunale, l’onore ed il piacere di donare il Masgalano per questo anno 2011.
La nostra Associazione nasce nel 1993 e fin dal ’94 è in essere una convenzione con il Comune di Siena per la salvaguardia e la valorizzazione di tutto il patrimonio, storico e culturale, che si riferisce all’acqua, primi fra tutti, ma non soli, i Bottini, gli antichi acquedotti senesi.
Consapevoli dell’importanza dell’acqua, un bene essenziale che sprechiamo sempre di più, cerchiamo di trasmettere, specialmente ai più giovani, insieme all’amore ed al rispetto per quanto ci hanno tramandato i nostri avi, anche il compito di salvaguardare il patrimonio idrico, non solo nostro ma di tutti.
L’idea di offrire il Masgalano ci è venuta in mente qualche anno fa per una sorta di parallelismo tra le attività dei soci de “LA DIANA” e chi, come gli economi di contrada, senza clamori, lavorando nell’ombra tiene vive le nostre tradizioni custodendo gelosamente i costumi, i tamburi, le bandiere, senza mai pretendere un “grazie” ma per il semplice piacere di tenere sempre alto il nome della nostra splendida città.
Infine una parola per il Maestro PIER LUIGI OLLA che ci ha fatti doppiamente felici, primo perché è uno dei soci fondatori de “LA DIANA”, e questo ci riempie d’orgoglio, e poi perché ci ha permesso di donare alla contrada che lo vincerà, ma posso dire anche a tutta Siena, un’opera veramente bella e di grande suggestione.

Il Presidente

Sabato 10 settembre, nell’eccezionale cornice di Piazza del Campo, alla presenza di tutte le autorità, civili e religiose, e della rappresentanza delle diciassette consorelle, è avvenuta la solenne consegna del masgalano offerto da “La Diana”, alla Contrada Sovrana dell’Istrice che si è brillantemente aggiudicata il prestigioso riconoscimento per la stagione paliesca 2011.
Presenti sul palco l’autore Pierluigi Olla ed il nostro presidente Piero Ligabue, la splendida realizzazione di Olla è stata consegnata a Nicoletta Fabio, onorando priore della contrada di Camollia dove farà bella mostra di sé nel museo istriciaiolo.
Complimenti, dunque, all’Istrice che ha arricchito il suo già prezioso patrimonio storico con la splendida opera d’arte di Olla.


GRAZIE PIERLUIGI !
Pareri positivi, spesso entusiastici, unanimi sulla sua opera

Grandi consensi ha raccolto (ma non ne avevamo dubbi, visto lo spessore artistico dell’autore!) il Masgalano offerto dalla nostra Associazione e realizzato dal socio fondatore, Maestro Pierluigi Olla, il cui valore ed apprezzamento supera ormai da tempo i confini nazionali, viste le importanti committenze che riceve anche da oltre Oceano. Pierluigi, pur avendo già regalato alla città in passato grandi opere d’arte, si è questa volta (almeno a nostro parere) superato. I parere positivi, spesso entusiastici, sono stati unanimi, cosa non usuale in questa nostra città dove spesso è più facile criticare e distruggere che esprimere il proprio positivo apprezzamento a chi ha dimostrato sul campo di meritarlo.
Come riportava il comunicato del Comune in fase di presentazione, Olla è riuscito a rappresentare perfettamente il valore prezioso dell’acqua come fonte di vita e il rapporto che, nei secoli, ha avuto con la città di Siena. L’acqua, resa magistralmente reale per la particolarità del cristallo usato e lavorato da Olla, viene ancor più esaltata dall’accostamento con la fusione in bronzo, che dà vita alla figura femminile, e dalla preziosità dell’argento che, a mo’ di specchio, riflette colori e forme.
Un impegno gravoso, sia sul piano economico che organizzativo, da parte del Consiglio Direttivo che alla fine, però, ha dato all’Associazione grande lustro e siamo convinti abbia riempito di legittimo orgoglio tutti i soci.
Ci sembra doveroso, pertanto, rinnovare le nostre sincere congratulazioni ed un sentito ringraziamento a Pieluigi Olla che ancora una volta ha dimostrato, oltre al suo valore di artista, grande attaccamento a “La Diana” ed alla nostra città.


ASPETTANDO IL MASGALANO...
A cena con gli Economi di Contrada all’Orto de’ Pecci

Il 26 maggio, in previsione della presentazione ufficiale del Masgalano offerto dalla nostra Associazione, è stata organizzata una cena all’Orto de’ Pecci nella quale sono stati graditi ospiti due economi per ogni contrada.
Un giusto riconoscimento a chi, in silenzio e lontano dalla luce dei riflettori, lavora tutto l’anno spinto soltanto dall’amore per la propria contrada e, di conseguenza, di Siena.

Ligabue e Luchini consegnano il premio al Socio fondatore Sergio Rabecchi

Nel corso della serata, dopo che era stato consegnato un premio al socio fondatore Sergio Rabecchi, Franco Baldi, Francesco Burroni, Antonio Tasso e Paola Lambardi ci hanno rallegrato con stornelli, divertenti sonetti in vernacolo e brani senesi.
Da segnalare anche la gradita presenza, in una delle loro prime uscite “ufficiali”, dei neo eletti Sindaco ed Assessore, Ceccuzzi e Mugnaioli, che hanno mostrato notevole interesse verso la nostra attività.
Un positivo segnale per una proficua collaborazione futura fra la nostra Associazione ed il Comune di Siena, necessaria per la tutela delle grandi ricchezze storiche cittadine legate alla storia dell’acqua.

Un momento della bella cena organizzata all’Orto de’Pecci


Venerdì 2 dicembre alle ore 20.15
“Cena degli auguri” all’Orto de’ Pecci !!!

Lunedì 5 dicembre Presentazione delle
ceramiche trovate nel Pozzo del Rettore al
Santa Maria della Scala restaurate grazie al
contributo della Banca Cras Credito
Cooperativo Chianciano Terme –
Costa Etrusca – Sovicille
I dettagli dei due appuntamenti saranno
comunicati tramite posta elettronica e sul
sito dell’Associazione.
 


I BAMBINI, “SIENA E L’ACQUA”
Torna anche quest’anno l’iniziativa ormai attesa da tutti

La nostra associazione si appresta, anche quest’anno, a rinnovare l’appuntamento con il progetto ‘Siena e l’acqua’, tradizione ormai consolidata nel tempo, a conferma del saldo legame instaurato con il territorio e le sue istituzioni. La formula dell’iniziativa, forte del successo ottenuto e dell’entusiastica partecipazione dei bambini delle scuole della nostra provincia, resta invariata e prevede una lezione in classe, la visita guidata ad un tratto del Bottino Maestro di Fonte Gaia e la mostra conclusiva ‘a ritrovar la Diana’, con l’esposizione degli elaborati prodotti dai ragazzi.

Un momento della edizione passata di “Siena e l’acqua”

La volontà di far conoscere ed apprezzare l’inestimabile patrimonio idrico senese a tutte le scuole della provincia, oltre ad inculcare nelle nuove generazioni la consapevolezza dell’importanza di un bene sempre più raro e prezioso come l’acqua, ci ha spinto ultimamente ad allargare il nostro raggio d’azione.
Questo ha implicato un maggiore sforzo in termini di tempo ed energie, compensato però dalla passione che i volontari de La Diana hanno sempre dimostrato. Un risultato che siamo riusciti a raggiungere facendo gioco di squadra, grazie all’impegno e all’entusiasmo di tutti. Anche quest’anno, dunque, speriamo di poter contare sull’indispensabile apporto delle ‘vecchie guide’, con l’auspicio che il nostro gruppo scuole possa crescere ancora ed arricchirsi di nuovi volenterosi soci. Un nutrito stuolo di volontari da destinare al progetto in questione consentirebbe, infatti, di limitare al minimo l’impegno di ciascuno.
Coloro che hanno già partecipato all’attività, del resto, possono testimoniare quanto sia stimolante e fonte di continuo arricchimento stare a contatto con i bambini, esempio unico di autenticità e creatività.
Adesso siamo in una fase di attesa, durante la quale le scuole hanno la possibilità, entro e non oltre il 31 ottobre, di presentare le richieste di adesione al progetto. L’inizio dell’attività è previsto per il 2012, quando saranno concentrate lezioni in classe (gennaio – febbraio), uscite nei Bottini (marzo – aprile), il ritiro del materiale prodotto dalle scuole e l’allestimento della mostra ‘a ritrovar la Diana’ (maggio).
Chiunque fosse interessato ad offrire il proprio contributo può contattarmi all’indirizzo e – mail luchini1@ libero.it. Vi aspetto numerosi!

Foto di gruppo della edizione passata di “Siena e l’acqua”
Il responsabile del settore scuole Giacomo Luchini

LA DIANA CANTA SIENA
Grande successo anche quest’anno dell’iniziativa

Lo spettacolo “La Diana canta Siena” è ormai divenuto un classico appuntamento primaverile che riserva sempre grandi emozioni.
Nella splendida cornice della Fonte di Pescaia, presentato da Luca Luchini, sfruttando il palco messo a disposizione da “Voci di Fonte”, il 20 giugno un nutrito gruppo di artisti senesi si è esibito in canzoni, sonetti, poesie e racconti legati alla nostra città che hanno fatto trascorrere una bellissima serata ai numerosi spettatori presenti.
Motivi di spazio ci costringono purtroppo a citare soltanto il nome dei protagonisti.
Peccato perché ognuno di loro avrebbe meritato ben altro, vista la qualità messa in mostra nel corso dello spettacolo.
Sul palcoscenico, dunque, sotto la sapiente regia musicale del maestro Franco Baldi si sono esibiti Benedetta Bucci, Paola Lambardi, Silvano Carletti, Umberto Ceccherini, Duccio Gazzei, Fabio Landini, Francesco Burroni e Antonio Tasso, ai quali va il sentito ringraziamento della nostra Associazione.
Recependo i desideri espressi dal folto pubblico, ci auguriamo di poter ripetere anche il prossimo anno questa bella esperienza, non solo un simpatico modo per passare una serata diversa dal solito, ma anche un importante mezzo per far conoscere sempre più la magica valle di Pescaia, ancora sorprendentemente ignota a tanti senesi.

FONTI, BOTTINI E ACQUEDOTTO DEL VIVO
Luchini e Mecacci hanno raccontato storie di un secolo fa

Dopo l’interessante conferenza tenuta da Duccio Balestracci della quale abbiamo parlato nell’ultimo numero de “il Gorello parlante”, sempre ospitati dalla prestigiosa Accademia dei Rozzi nella splendida cornice della Sala degli Specchi, il 5 maggio Luca Luchini ed Enzo Mecacci hanno affrontato altri temi molto interessanti, legati al magico mondo dell’acqua che tanto ci affascina.
Luchini ha analizzato le intrigate vicende, quasi un romanzo, che portarono alla nascita dell’acquedotto del Vivo. La lungimiranza di alcuni tecnici ed amministratori, superando polemiche e talvolta strumentali contrasti, si assicurarono, strappandola a Firenze, la preziosa acqua della montagna amiatina che rappresentò una definitiva svolta nella vita cittadina. Siena, infatti, approvvigionata soltanto dai Bottini, presentava gravi carenze igieniche con catastrofiche ricadute sulla salute dei nostri concittadini.
Mecacci, invece, ha affrontato il problema del graduale abbandono delle fonti storiche a seguito dell’utilizzo del nuovo acquedotto.
Dopo un lungo triste periodo che aveva portato ad un deprecabile abbandono di siti storici di rara bellezza, Mecacci ha ricordato l’opera di sensibilizzazione svolta da “La Diana”, spesso intervenuta anche direttamente per importanti recuperi quali la Fonte delle Monache, quella dell’Orto Botanico e nell’attualità la struttura di palazzo Caccialupi, terminando con l’augurio che si possa presto arrivare ad un completo recupero e restauro della Fonte di Follonica con la valorizzazione di tutta l’area circostante.

LA GITA DE “LA DIANA” A CHIUSI
Autunno amico per una splendida giornata tutti insieme

Sabato 8 ottobre una splendida giornata autunnale ha permesso l’effettuazione di una piacevole gita dei soci de “La Diana” a Chiusi.
Nonostante una “levataccia” all’alba che ha messo in crisi molti dei presenti, tutto si è svolto alla perfezione ed abbiamo trascorso insieme momenti simpatici e divertenti.
Dopo aver visitato i musei cittadini, parte dell’affascinante dedalo sotterraneo ed uno splendido panorama dall’alto della torre campanaria alla quale si accede direttamente dal sottosuolo, abbiamo affrontato quello che era una delle preoccupazioni maggiori di molti dei partecipanti: il pranzo.
Fortuna ha voluto che pici, ravioli e quant’altro fossero forniti in quantità sufficienti da placare ‘l’atavica fame’ dei soci de “La Diana”, con un vero sospiro di sollievo da parte degli organizzatori.
Dopo il ‘frugale’ pasto, un gruppo di partecipanti si è portato sulle rive del lago per ascoltare un’interessante ricostruzione storica di Stefano Carli sul bacino d’acqua chiusino e su tutta la zona limitrofa, al termine della quale è stata fatta una bella e salutare passeggiata.
Onore al merito, dunque, a chi si è preso la responsabilità di dar vita a questa bella giornata, Benedetto Bargagli e Stefano Carli, che hanno imparato a loro spese che la cultura è una gran bella cosa, ma senza pici va poco lontana!


CHE MOSTRA RAGAZZI!
“L’acqua di Siena” a Palazzo Pubblico è stata apprezzata da tutti

Dal 6 al 19 giugno, presso il prestigioso Palazzo Pubblico, nei locali dei Magazzini del Sale, ottenuta grazie alla consueta disponibilità dell’Amministrazione Comunale, si è svolta la mostra fotografica della nostra Associazione “L’acqua di Siena”.
Oltre alle foto che hanno ripercorso i lunghi anni di attività de “La Diana”, in qualche caso un autentico tuffo in un piacevole passato, la mostra è stata arricchita da una selezione di rare cartoline d’epoca.
Ciò è stato possibile grazie alla cortesia ed all’amore per tutto ciò che è legato a Siena di Pier Guido Landi, grande esperto del settore, conosciuto e stimato a livello nazionale e proprietario di autentiche rarità.
Ci piace, inoltre, sottolineare la qualità delle foto esposte, cosa per noi abbastanza normale visto che nelle nostre fila annoveriamo degli ottimi “professionisti”, che è stata più volte evidenziata da chi è venuto ad ammirare questa bella esposizione di immagini.
Oltre al doveroso apporto di tutto il Consiglio Direttivo, il gravoso allestimento della mostra è stato possibile grazie all’entusiasmo e alla disponibilità di molti soci, fra i quali non possiamo non citare Mauro Agnesoni, Carlo Guerrini, Licia Sabbatelli e Benedetto Bargagli.
La nostra iniziativa ha riscosso un notevole successo e moltissimi sono stati i visitatori, non solo senesi, che hanno indugiato tra foto, cartoline e piante dei Bottini, interessandosi alla storia della nostra città con particolare riguardo al “romanzo” delle innumerevoli vicende legate all’approvvigionamento dell’acqua.
Molto bello ed apprezzato anche il filmato opera di Nando Capecchi.
Da sottolineare come all’inaugurazione abbiano presenziato l’assessore Cresti ed il consigliere Marzocchi, a conferma dell’apprezzamento che il nostro lavoro riscuote nell’ambito dell’Amministrazione Comunale.


L’inaugurazione della Mostra di foto e cartoline d’epoca “L’acqua di Siena” svoltasi nei locali dei Magazzini del Sale, gentilmente messi a nostra disposizione dal Comune di Siena, è stata caratterizzata da uno speciale annullo filatelico predisposto dalle Poste Italiane per celebrare degnamente l’importante iniziativa.
Numerosi nostri concittadini, oltre naturalmente gli abituali collezionisti, si sono presentati al “banchetto” allestito all’interno del sempre suggestivo “Entrone” per acquistare le tre cartoline appositamente stampate da “La Diana” sulle quali gli addetti delle Poste hanno impresso il caratteristico ed esclusivo annullo.
Un piacevole ricordo che tutti noi conserveremo fra le cose più care a futura memoria di un’annata davvero molto intensa, sia sul piano lavorativo che su quello di immagine a livello cittadino..
 


PROSEGUONO I LAVORI ALLA FONTE CACCIALUPI
Già recuperati il tratto di bottino ed il profondo pozzo

Proseguono in maniera più che soddisfacente i lavori per il recupero della Fonte sottostante il Palazzo Caccialupi.
Sotto la guida tecnica di Riccardo Cannoni, grazie anche al fondamentale contributo economico ricevuto dalla Fondazione Monte dei Paschi, il tratto di Bottino ed il profondo e suggestivo pozzo sono stati interamente recuperati.
Nell’attualità stiamo operando per il consolidamento della parte superiore della struttura e la messa in sicurezza del camminamento per giungere alla valle, mentre resta da restaurare la splendida fonte sulla quale il logorio del tempo e l’incuria dell’uomo hanno purtroppo prodotto notevoli danni e che presenta sicuri rischi di ulteriore deterioramento.
Ci auguriamo, pertanto, di riuscire a trovare i mezzi economici per portare definitivamente a termine questo importante recupero, ringraziando anche i vertici dell’ASP, nella persona del presidente Pierluigi Corsi e del consiglio di amministrazione, per la disponibilità e la fattiva collaborazione.
In una delle mattinate in cui alcuni soci stavano lavorando alla mattonatura del pavimento del Bottino, abbiamo ricevuto la gradita visita dell’onorando priore della Tartuca Simone Ciotti, accompagnato da numerosi contradaioli, venuti ad ammirare la bella struttura.
Gli amici tartuchini, fra l’altro, non si sono presentati a mani vuote e la splendida porchetta ed il buon vino portato hanno ricevuto una calorosa accoglienza da parte di tutti i presenti.
Così, come spesso accade nelle attività de “La Diana”, “tutti i salmi sono finiti in gloria” ed abbiamo passato una bella mattinata, ‘sostenuti’ fisicamente anche da un’ottima colazione.



Per mettersi in regola con la tessera del 2011, per chi non lo avesse ancora fatto, si ricorda che è possibile fare un bonifico bancario di Euro 15,00 presso la

BANCA MONTERIGGIONI
Cod. IBAN IT 48 R 08673 71880 000000102228
oppure presso Poste Italiane:
Cod. IBAN IT 37 A 07601 14200 000092385830
O presso un ufficio postale con versamento sul C/C n° 92385830



TREKKING IN VALLE
Interessante esperienza di camminata nella storia

Domenica 9 ottobre, “La Diana” ha collaborato con l’associazione NOI ed il CAI alla manifestazione “Trekking in valle” patrocinata dal Comune di Siena.
Una bella camminata nelle zone di Piazza del Mercato, Orto dei Pecci e vecchio complesso dell’istituto psichiatrico, supportata da interessanti nozioni storiche.
Una buona occasione per rilanciare presso le competenti autorità il nostro progetto, ormai abbastanza datato, di dar vita ad un percorso cittadino nell’ambito delle valli verdi sfruttabile sia per la cittadinanza che per un turismo di èlite. In primavera saranno organizzate giornate similari in altre zone cittadine.

I numeri arretrati